I nostri strumenti game based per la valutazione delle competenze in Eli Lilly

“Laborplay ci ha proposto soluzioni game-based applicabili sia per il recruiting che per lo sviluppo dei nostri dipendenti. Una volta definite le skill da osservare, abbiamo sperimentato giochi come Be An Influencer, Company Bonus e EasyBusy. Coinvolgenti e stimolanti, utili per mappare le potenzialità delle persone in situazioni di colloqui di gruppo o di workshop con team aziendali.”

(Carlo Terzaroli, HR Talent Management Sr. Associate presso Eli Lilly and Company)

Con Eli Lilly abbiamo avuto il piacere di sperimentare e sperimentarci in diverse occasioni. Carlo ci parla di un progetto in particolare: l’acquisto dei nostri strumenti game-based. 

L’esigenza di Carlo, e di Eli Lilly, era quella di avere strumenti, da poter usare in autonomia, che permettessero una valutazione delle competenze dei candidati in ingresso. 

Nel corso degli anni Laborplay ha sviluppato un catalogo che conta oggi 27 tools. Tutto nasce da uno studio di correlazione tra competenze trasversali e meccaniche di gioco che ha permesso di sviluppare veri e propri “strumenti” utili a valutare, in maniera scientifica e oggettiva, le soft skill dei candidati.

Proprio perché il catalogo degli strumenti è vasto, il primo step consiste nell’analisi della domanda del cliente. Quali competenze sono richieste al profilo ideale Eli Lilly? Quali vogliamo valutare attraverso l’utilizzo dei tools Laborplay?

Il secondo passo prevede la scelta degli strumenti giusti tra i 27 disponibili, considerando che ciascuno consente la valutazione di uno specifico set di competenze. Valutando il setting di utilizzo prevalente (in presenza o screen to screen), il target, il tempo a disposizione e l’integrazione con le altre tappe del percorso di recruiting, ci confrontiamo con Carlo per selezionare la soluzione ottimale.

Ecco i giochi scelti:  

  • Be An Influencer: una coinvolgente prova di comunicazione efficace,  che mette in luce capacità di improvvisazione, organizzazione del pensiero e abilità espressiva. 
  • Company Bonus: una prova di presa di decisione di gruppo dalla quale emerge chiaramente quanto le scelte dei giocatori siano guidate dagli obiettivi da raggiungere o dall’attenzione alle relazioni.
  • EasyBusy: un intricato in-basket che richiede la gestione di gruppo di numerosi task di differente importanza e urgenza, schivando vincoli e complessità molto simili a quelle reali.

I primi professionisti Laborplay con cui il cliente si confronta sono i consulenti commerciali e progettisti. Il loro ruolo è quello di accompagnare nella scelta della soluzione più adatta, muovendosi tra una vasta gamma di opportunità, alla ricerca di quella che coniuga al meglio capacità di coinvolgimento dei destinatari ed efficacia. 

Con gli strumenti Laborplay scelti per Eli Lilly abbiamo raggiunto l’obiettivo: riservare ai candidati un’esperienza coinvolgente e, al tempo stesso, garantire la puntualità e oggettività del processo valutativo.

Articolo di Benedetta Biagini.

Condividi questo articolo

Altri articoli

Game(HE)art

Videogiochi e perdita

Nei giochi, la perdita è tanto onnipresente quanto banale, scrive la game designer Sabine Harrer, e oggi vogliamo approfondire questo concetto.

Sei curioso di scoprire come possiamo "gamificare" la tua azienda?

IMG   min

Scopri il mondo dell'HR Gamification