Guida pratica per artificieri da ufficio

Parlare di comunicazione cercando di dare una singola definizione sembra sempre troppo riduttivo. Se andassimo a studiare l’origine del termine ci troveremmo di fronte a una definizione alquanto mistica: comunicare è “mettere in comune”. 

Mettere in comune cosa? Con la diffusione dei mezzi odierni la risposta potrebbe essere “tutto”.

Inoltre, sul vocabolario possiamo leggere che la comunicazione è anche “far conoscere, far sapere” in qualche modo, qualche cosa, a qualcuno.

Comunichiamo quando parliamo con qualcuno o quando non parliamo affatto. Comunichiamo quando scriviamo qualcosa, quando indossiamo una maglietta rossa con il nostro logo preferito o quando non la indossiamo. Comunichiamo qualcosa quando alziamo lo sguardo o quando arrossiamo. 

Non possiamo non comunicare!

Ma, siamo sempre sicuri che la comunicazione sia efficace? Spesso il messaggio non arriva, fraintendiamo ciò che l’altro vuole dire o non riusciamo a farci capire. Quando chiediamo qualcosa lo facciamo nel modo giusto? Riusciamo a ottenere ciò che abbiamo chiesto?

Esistono numerosissimi corsi di formazione sulla comunicazione efficace che fanno leva sull’assertività, la capacità di ascolto, l’empatia o l’importanza del feedback

La comunicazione efficace è una competenza trasversale, una soft skill ormai diffusissima negli ambienti HR o, più genericamente, nel mondo del lavoro.  

L’importanza di saper comunicare

Immaginate quindi di trovarvi all’improvviso in un film di azione. Voi siete l’artificiere con la goccia di sudore che scende lungo la fronte e davanti a voi c’è un ordigno esplosivo che dovete disinnescare.  

Siete di fronte a una bomba che non avete mai visto, il tempo corre, ci sono cavi, timer, bottoni di colori diversi, batterie e strani caratteri indecifrabili. 

Ma non siete soli. Il vostro team può comunicare con voi e ha in mano un bel manuale pieno di riferimenti a possibili soluzioni. Come riuscire a comunicare in modo efficace per evitare di esplodere? 

Dovrete essere efficaci nel descrivere ciò che avete davanti e i vostri collaboratori altrettanto bravi a capirvi e a indicarvi la soluzione giusta. Altrimenti…BOOM! La bomba esploderà.

Vi presentiamo Explode

Explode è uno dei tanti serious game che potete trovare nel nostro catalogo Laborplay. L’obiettivo è appunto quello di provare a disinnescare una bomba in 5 minuti. 

Per giocare i partecipanti dovranno riunirsi intorno a un computer che sarà utilizzato dall’artificiere di turno. Questo, una volta avviato il gioco e il timer, si troverà di fronte a una bomba e potrà muoverla e interagire con i suoi componenti utilizzando il mouse.

I restanti partecipanti avranno, invece, il compito di consultare il manuale cartaceo dove sono descritte le possibili procedure da seguire, come: tagliare il filo rosso, premere un tasto per qualche secondo o magari controllare se il numero di serie è pari o dispari.

Il vincolo sta nei ruoli: l’artificiere non potrà consultare direttamente il manuale e i partecipanti che leggono il manuale non potranno vedere direttamente la bomba.

Con una tensione sempre crescente l’esperienza di gioco diventa frenetica e immersiva! Il gioco permette ai partecipanti di esprimere la loro collaborazione, il supporto e la comunicazione efficace.

Dalla dinamica di gioco la metafora si sposta al contesto lavorativo, facendo riflettere su ciò che non ha funzionato o su quello che invece è stato più utile per portare a termine l’obiettivo.

per scoprire il metodo Laborplay

Condividi questo articolo

Altri articoli

Sei curioso di scoprire come possiamo "gamificare" la tua azienda?

IMG   min

Scopri il mondo dell'HR Gamification